Elezioni europee 2019: la “Lega di Salvini” e il sogno nazionale

Lega prevalente nelle province lombardo-venete
Avanza al Centro-sud. Ambizioni nazionali e feudi storici

La Lega di Salvini alle elezioni europee del 2019 è avanzata ancora molto nelle regioni in cui storicamente non era presente, e sembrerebbe completare l’idea di partito nazionale, ossia di una forza non più legata a una specifica area geografica macro-regionale. Sebbene, la definizione e la discussione relative al “partito nazionale” meritino maggiore approfondimento, in quanto includono aspetti culturali, ideologici, programmatici e di personale politico, e non possano certamente fare mero riferimento ai voti ottenuti in una-due elezioni, lo spostamento di baricentro è, al momento, evidente.  Tuttavia, lo sguardo approfondito dei dati elettorali conferma che la Lega è ancora in larga misura il partito con i maggiori azionisti, le principali aree di forza e di insediamento nel Nord e in particolare nel lombardo-veneto. Il quale da sempre rappresenta l’asse portante, la spina dorsale del partito.

Leggi qui l’articolo completo.