Innovazione, scienza e società: riduzione del danno e prodotti di nuova generazione

L’innovazione a valore aggiunto sociale riguarda le iniziative che, partendo dallo status quo, migliorano le condizioni sociali e personali sia per coloro che le adottano, sia per l’impatto globale che hanno sulle comunità interessate.
L’Istituto Carlo Cattaneo intende promuovere una serie di incontri su queste tematiche.

Il primo caso riguarda la scelta di Philip Morris Italy (PMI) di diventare artefice di una Smoke-free Society, con un impatto rilevante sulla salute delle persone interessate e sul contesto sociale collettivo.

INNOVAZIONE, SCIENZA E SOCIETÀ: RIDUZIONE DEL DANNO E PRODOTTI DI NUOVA GENERAZIONE

A livello nazionale e regionale si assiste, da tempo, ad un crescente impegno delle autorità nella promozione di corretti stili di vita attraverso interventi legislativi volti a contrastare la dipendenza dalle sigarette: divieto di pubblicità, divieto di fumare in locali pubblici, introduzione di immagini shock sui pacchetti, aumenti delle accise, campagne di prevenzione. Queste campagne sono giuste e necessarie, tuttavia, nonostante queste azioni, in Italia, secondo gli ultimi dati dell’Istituto Superiore di Sanità, sono ancora circa 12,2 milioni i fumatori, pari al 22,3% della popolazione (dato in leggero aumento rispetto al 2016), una percentuale rimasta stabile da quasi un decennio.
Il consumo di sigarette è responsabile di circa 80 mila morti all’anno in Italia. Consapevole dei danni provocati dal fumo, l’industria ha deciso di investire in innovazione per sviluppare prodotti alternativi alle sigarette tradizionali che, pur rilasciando nicotina (sostanza che in ogni caso crea dipendenza), non generano un processo di combustione, ritenuta la principale causa di malattie fumo-correlate.
Per raggiungere questo obiettivo Philip Morris International ha investito negli ultimi quindici anni oltre 3 miliardi di dollari in ricerca e sviluppo nei Centri di Ricerca e Sviluppo di Neuchâtel e di Singapore, ove sono quotidianamente impegnati 430 studiosi di fama internazionale specializzati in diverse discipline scientifiche e ingegneristiche.
L’attività di ricerca scientifica viene condotta secondo gli stessi protocolli di ricerca da tempo adottati dall’industria farmaceutica, tra cui le Norme di Buona Pratica di Laboratorio (Good Laboratory Practice) e le Norme di Buona Pratica Clinica (Good Clinical Practices).
In aggiunta, per garantire la massima trasparenza, ogni ricerca clinica è stata preventivamente registrata nel sito web della National Library of Medicine presso il National Institute of Health (NIH) del governo USA (www.clinicaltrials.gov), dove è consultabile pubblicamente dalla comunità scientifica mondiale.
Per verificare l’effettiva riduzione del rischio e della tossicità dei prodotti di nuova generazione, molte Istituzioni di salute pubblica in tutto il mondo (tra cui l’Istituto di Salute Pubblica Inglese, l’Istituto Federale Tedesco per la Valutazione del Rischio, l’Istituto di Salute Pubblica Norvegese, L’Istituto Nazionale di Salute Pubblica e Ambiente olandese) hanno deciso di dare il via a studi scientifici indipendenti, partendo dai dati e dalle evidenze messe a disposizione da Philip Morris International.
Inoltre Philip Morris International ha sottoposto i suoi studi alla validazione della Food and Drug Administration negli Stati Uniti e all’Istituto Superiore di Sanità in Italia, secondo quanto stabilito dal Decreto Interministeriale del 7 Agosto 2017. Tale possibilità offerta dalla legislazione nazionale rappresenta una garanzia fondamentale per assicurare un rigoroso processo di validazione scientifica ed offrire un’adeguata informazione alla comunità medico-scientifica.

L’iniziativa dell’Istituto Cattaneo intende quindi dare evidenza, alla comunità degli stakeholders della Regione Emilia Romagna, nella quale opera lo stabilimento di produzione dell’Electronically Heated Tobacco Product, del percorso di innovazione tecnologica e di verifica scientifica su cui si basano i nuovi prodotti.

È gradita la prenotazione all’indirizzo istitutocattaneo@cattaneo.org

PROGRAMMA

🔵 Saluto iniziale di:
Maurizio Morini, Direttore del Cattaneo.
Elisabetta Gualmini, Professoressa di Scienza della Politica, Vice-Presidente e Assessore alle politiche di welfare e politiche abitative della Regione Emilia Romagna

🔵 Tavola introduttiva: “L’importanza dell’innovazione ad impatto sociale in Emilia Romagna”
Ne discutono:
Marco Lombardo, Assessore al Lavoro e alle Attività Produttive del Comune di Bologna
Maurizio Morini, Direttore del Cattaneo, Esperto di Innovazione Applicata
Eugenio Sidoli, Presidente e AD Philip Morris Italia
Alberto Vacchi, Presidente Confindustria Emilia Area Centro.

🔵 Relazione scientifica: “Evidenze scientifiche sui prodotti a potenziale rischio ridotto, verifiche indipendenti di terze parti e status dei dossier scientifici presentati da Philip Morris International”
Luigi Godi, Senior Scientific and Medical Advisor di PMI

🔵 Tavola rotonda – condotta da Maurizio Morini
Introducono il tema i contributi esterni di Mila Ferri (Servizio salute mentale, dipendenze patologiche, salute nelle carceri Regione Emilia Romagna) e Giuliano Barigazzi, Assessore Sanità e Welfare nella Giunta della Città Metropolitana di Bologna
Si confrontano:
Gerardo Astorino, Dirigente medico medicina interna Ausl Bologna
Salvatore D’Antonio, Presidente Associazione Nazionale Pazienti BPCO
Patrizia Hrelia, Professore ordinario di Tossicologia, Dipartimento di Farmacia e Biotecnologie presso Università di Bologna
Raffaella Sensoli, Portavoce Regionale Emilia Romagna e Vicepresidente della Commissione Sanità della Regione Emilia Romagna

🔵 Conclusioni: L’Innovazione Sociale in una società che si auto evolve.
Saluto di Pier Giorgio Ardeni, Presidente del Cattaneo.

È gradita la prenotazione all’indirizzo istitutocattaneo@cattaneo.org

Visualizza l’evento su Facebook.