Gli avvenimenti del 1997

Gennaio

3   Il presidente della Repubblica Scalfaro firma la legge sul finanziamento pubblico ai partiti che stabilisce la possibilità di devolvere loro il 4 per mille dell’Irpef. I club Pannella/Riformatori presentano ricorso alla Consulta per conflitto di poteri tra il Parlamento ed il comitato promotore del referendum del 1993 che abolì il finanziamento pubblico ai partiti.

4   Polemiche da parte dell’opposizione per il progetto di legge del ministro della giustizia Flick sulla «condanna a pena concordata» per reati che includono anche quelli di Tangentopoli.
Il segretario del Prc Fausto Bertinotti, in visita ufficiale a Cuba, viene ricevuto da Fidel Castro.

8   Esce il primo numero del quotidiano della Lega nord, La Padania.

9   La Corte Costituzionale respinge il ricorso presentato dai Riformatori contro la nuova legge sul finanziamento pubblico ai partiti.
Si apre a Roma il Congresso del Ppi.
Visita di Bertinotti al subcomandante Marcos nel Chiapas, Messico.

12  Franco Marini è eletto segretario del Ppi con il 58,1% dei voti.

14  Dopo una lunga serie di contrasti il Polo si accorda sulle proposte da presentare alla Bicamerale.

15  Il decreto che sancisce il trasferimento della Stet dall’Iri al Tesoro viene respinto alla Camera, in sede di conversione in legge, per l’astensione dei deputati del Prc.

16  A Milano circa 1.500 produttori di latte bloccano il traffico con i trattori per protestare contro la multa imposta da Bruxelles per aver superato le quote di latte consentite .

18  Prodi incontra a Venezia il premier spagnolo Josè Maria Aznar. Dopo le tensioni dovute al rifiuto di Aznar di un’alleanza mediterranea, il clima tra i due paesi torna disteso e si parla di «interessi simili».
Continua la protesta degli allevatori, che bloccano l’aeroporto di Linate.
La Bnl e l’Ina si aggiudicano il 60%  del Banco di Napoli al prezzo di 61,6 miliardi.

19 A Tirana manifestazione di migliaia di persone che protestano contro il governo per la truffa ai danni dei risparmiatori attuata da alcune società finanziarie. L’opposizione, sfruttando il malcontento, accusa direttamente il presidente Sali Berisha. L’intervento della polizia per disperdere i cortei ha causato numerosi feriti.

20  Giovanni Brusca, nell’aula bunker di Rebibbia, accusa Andreotti di aver aiutato la mafia ad «aggiustare i processi».
Attacco dell’opposizione al governo per le affermazioni fatte da Prodi, in un programma televisivo, contro i referendum, che «non sono la via giusta per dare più autonomia alle regioni».

21  La Banca d’Italia abbassa il tasso di sconto dello 0,75%.

22  La Camera approva l’istituzione della Commissione bicamerale per le riforme con 534 sì, 70 no e 8 astensioni.
La Cassazione conferma le condanne ad Adriano Sofri, Giorgio Pietrostefani ed Ovidio Bompressi per l’omicidio nel 1972 del commissario Luigi Calabresi.

24  Gli allevatori bloccano anche gli aeroporti di Malpensa e Venezia e tre caselli dell’Autosole.
Il governo cambia il vertice della Stet e annuncia, in vista della privatizzazione, che incorporerà la Telecom Italia.

29  Mussi, capogruppo del Pds alla Camera, propone di rimandare le elezioni amministrative di giugno. Berlusconi reagisce positivamente, scatenando critiche all’interno del Polo.
La polizia interviene a Milano contro il blocco stradale degli allevatori. La Lega si schiera al fianco dei produttori di latte.

30  La Corte costituzionale ammette 6 quesiti referendari proposti dai Riformatori (ne respinge 12) e 5 presentati da alcune Regioni (non ne ammette 7).
Il governo stabilisce le misure di sostegno agli allevatori, tra cui la rateizzazione del pagamento delle multe. A Linate i trattori cominciano a smobilitare, mentre a Torino e nel Veneto si verificano alcuni scontri.
D’Alema dichiara a Panorama : «Non esiste in Europa un Paese, democraticamente maturo, in cui il leader del maggiore partito non sia al tempo stesso il capo del governo», anche se poi ribadisce il suo appoggio al governo Prodi.

31  Prodi da Londra ribatte a D’Alema che «il premier deve essere il leader di una coalizione vincente».
Dopo le critiche espresse contro la Consulta dopo la bocciatura di gran parte dei referendum i presidenti dei due rami del Parlamento richiamano al rispetto delle istituzioni, mentre Prodi dichiara che in Bicamerale bisognerà riflettere su una eventuale riforma dell’istituto referendario.

Febbraio

1  Prodi assicura che nell’unione monetaria l’Italia sarà nel gruppo di testa ed un portavoce di Kohl smentisce l’esistenza di un piano tedesco per ritardarne l’ingresso.

2  Pannella accusa Scalfaro di alto tradimento dello Stato.

3  Rinnovamento Italiano, il partito fondato da Lanfranco Dini, raggiunge alla Camera la quota necessaria per essere un gruppo autonomo (20 deputati), grazie alla defezione di un deputato dal Cdu.
Controversie per la composizione della Bicamerale (70 membri). Tutti i leader di partito ne fanno parte.
Il ministro Livia Turco propone di depenalizzare l’uso delle droghe leggere per sgravare le carceri.

5  Primo giorno di lavoro della Bicamerale. D’Alema è eletto presidente con 52 voti (An si astiene) .La delegazione leghista annuncia il proprio ritiro.
Viene presentato da Dini a Roma il nuovo simbolo ed il manifesto di Rinnovamento Italiano.

7  Incontro teso tra Berlusconi e Fini, il quale teme accordi tra il leader di Forza Italia e la maggioranza.

9  Il commissario europeo, Mario Monti, dichiara che occorrono interventi strutturali sulla previdenza.

10  La Cassazione decide che Erich Priebke sarà giudicato per il massacro delle Fosse Ardeatine da un   tribunale militare.

12  L’ipotesi di anticipare la Finanziaria cade dopo che Prodi ed il Pds frenano sulla riforma del Welfare State.

13  La Camera boccia la legge Rebuffa, che avrebbe evitato un vuoto legislativo in caso di referendum sulla legge elettorale (261 voti contrari e 248 a favore).
A Milano si apre il 3° Congresso della Lega nord. Nessun leader nazionale è stato invitato.

14  Il sindaco di Trieste Riccardo Illy si dimette a causa di contrasti con la maggioranza in consiglio comunale.

16  Il Viminale decide di non rinviare le elezioni amministrative, che avverranno il 27 aprile.

19  Prodi annuncia per marzo una manovra correttiva.
Al Palaeur di Roma si apre il 2° congresso del Pds.

20  Riesplode in Emilia e Lombardia la battaglia degli allevatori per le quote del latte. Scontri con la polizia.

22  Al congresso del Pds D’Alema attacca le posizioni di Cofferati, dichiarandosi favorevole ad una riforma che dia flessibilità e mobilità al lavoro.

23  D’Alema viene eletto segretario del Pds con l’88% dei voti. L’ordine del giorno conclusivo non ottiene il consenso della sinistra interna sulla riforma elettorale a doppio turno maggioritario e sulla riforma del Welfare State.

24  Contrasti nel centro-sinistra : Verdi e Prc contro il doppio turno elettorale.

28 Al processo Pecorelli Gaetano Sangiorgi ritratta le dichiarazioni verbalizzate affermando che furono i pubblici ministeri palermitani a fargli firmare cose mai dette. Il procuratore Caselli smentisce.

Marzo

1  Gabriele Albertini, presidente di Federmeccanica, accetta di candidarsi a sindaco di Milano per il Polo.
In Albania il Sud è ormai in mano ai rivoltosi ed il governo si dimette.

2  Stato d’emergenza in Albania. Il ministro degli Esteri Dini chiede l’intervento dell’Europa.

3  I soldati italiani recuperano con un blitz 21 italiani e 15 stranieri intrappolati a Valona dalla rivolta.

6  Scalfaro convoca un summit al Quirinale con Prodi ed una delegazione di ministri per parlare delle misure da prendere nella lotta alla disoccupazione.
Il commissario europeo all’Agricoltura, Franz Fischler, non ammette dilazioni al pagamento della multa per il superamento della quota del latte ed annuncia che i soldi non pagati verranno detratti dai fondi all’agricoltura.

8  Nel castello di Gargonza si apre un convegno di politici ed intellettuali dell’Ulivo.
Un comunicato congiunto di Viminale e Farnesina avverte che l’Italia non concederà asilo politico agli albanesi in quanto non esistono condizioni d’emergenza né rischi per l’incolumità delle persone.
L’ex ministro De Lorenzo è condannato per associazione a delinquere, corruzione e finanziamento illecito dei partiti ad 8 anni e 4 mesi di carcere, ad un’ammenda di 3 miliardi e 600 milioni ed alla confisca dei beni sequestrati.

9  Scalfaro, in visita a Caltanissetta, proclama che la prima parte della Costituzione, ed in particolare l’autonomia della magistratura, non può essere toccata nemmeno dalla Bicamerale. Definisce poi «sabotaggio» il non utilizzo di 18 miliardi già stanziati per opere pubbliche ma bloccati. Il ministro dell’Industria Bersani propone di sbloccare gli appalti per decreto.

10  D’Alema è iscritto nel registro degli indagati per ricettazione e finanziamento illecito dei partiti.

12  Pannella è rinviato a giudizio insieme ad altri 5 esponenti dei Riformatori per cessione di sostanze stupefacenti.

11  La Camera vota contro la mozione sulla droga presentata da Pds, Rifondazione e Verdi, favorevole ad una legalizzazione delle droghe leggere, appoggiando invece le mozioni a ciò contrarie.

13  A Napoli inizia la seconda Conferenza nazionale sulla droga, presieduta dal ministro degli Affari sociali Livia Turco.

14  Sulle coste della Puglia sbarcano centinaia di profughi albanesi.
Pannella e Formigoni protestano per la scelta del 15 giugno, considerata la prima domenica di ferie degli italiani, per votare i referendum.

17  A Tirana arriva la delegazione dell’Unione Europea che deve decidere dell’invio o meno di un contingente militare.
Il Tg1 della sera viene interrotto nella zona tra Ravenna e Venezia da proclami separatisti che inneggiano al ritorno del «Veneto serenissimo governo».
Stefano Rodotà è eletto presidente dell’autorità garante per la tutela della riservatezza delle persone, in accordo con la legge 675 del 1996.

19  Il governo proclama lo stato di emergenza per fronteggiare l’esodo dei profughi albanesi e con un decreto legge prevede l’assistenza e la concessione di permessi di soggiorno temporanei (60 giorni prorogabili a 90). 250 cittadini albanesi vengono rimpatriati.

20  Sabotaggio con messaggio separatista ai danni del Tg1 a Treviso.

21  Un decreto del governo consente di avviare i lavori nei cantieri bloccati e stanzia 700 milioni per nuove opere pubbliche.

22  Manifestazione di protesta a Roma dei sindacati a sostegno del lavoro. La presenza di D’Alema suscita polemiche.

23  Il Tg1 delle ore 20 viene nuovamente interrotto da proclami secessionisti.

26  Il decreto legge sulle quote del latte è convertita il legge con il voto di fiducia.

27  Il governo vara la manovra bis da 15.500 milioni. Oltre a tagli alla spesa pubblica prevede l’anticipo d’imposta del 3,89% sul trattamento di fine rapporto.
L’Onu accusa il governo italiano di attuare un blocco navale contro i profughi albanesi.
Al processo per la strage di Capaci il pentito Giovanni Brusca afferma che la morte di Falcone servì ad impedire l’elezione di Andreotti al Quirinale.

28  Una imbarcazione carica di profughi dall’Albania si capovolge dopo la collisione con una corvetta della Marina italiana che cercava di farle invertire la rotta. Solo 34 i superstiti.

29 Il Consiglio di Sicurezza dell’Onu approva l’invio di una Forza multinazionale di protezione in Albania fino a giugno, mese in cui dovrebbero aver luogo nuove elezioni. Il comando è affidato all’Italia.

Aprile

2  Rifondazione comunista ribadisce alla Camera di essere contraria alla missione italiana in Albania.

3   Il Senato boccia la richiesta dei Riformatori di anticipare la data del voto dei referendum.

4  Pesanti critiche dalla Magistratura nei confronti della Relazione Boato sulla riforma della giustizia presentata alla Bicamerale.

8  Il Senato approva la mozione dell’Ulivo sulla missione in Albania (154 voti favorevoli, 119 contrari e 2 astenuti).
Un messaggio che inneggia alla Padania si inserisce sulle frequenze di Linate.

9  La Camera approva la missione in Albania con una mozione univoca di Polo e Ulivo (503 sì, 85 no e 7 astensioni). Lega nord e Prc votano contro. Successivamente Prodi sale al Quirinale   per comunicare al Capo dello Stato che la maggioranza si è spaccata sulla questione albanese.
Cesare Romiti e Francesco Paolo Mattioli, presidente e direttore finanziario della Fiat, sono condannati per falso in bilancio e finanziamento illecito ai partiti. Le pene sono sospese.

10  Prodi al Senato chiede ed ottiene la fiducia sulla questione albanese (162 sì, 81 no e 1 astenuto, Cossiga). Il vertice della maggioranza previsto per il pomeriggio salta per ritorsione del Pds contro il Prc.

12  Il governo Prodi ottiene la fiducia alla Camera anche con i voti del Prc (321 sì e 262 no).

13  Prodi va in visita a Valona (da dove è partita la nave affondata carica di profughi albanesi) e poi incontra il premier Fino ed il presidente Berisha.
Manifestazione del Polo a Roma contro la riforma della scuola di Berlinguer. Ad essa partecipa anche Dini.
14  L’operazione Alba prende il via con lo sbarco a Durazzo di quasi 1.200 militari italiani, francesi e spagnoli.
A Rebibbia comincia il nuovo processo per la strage delle fosse Ardeatine, che vede imputati insieme Erich Priebke e Karl Hass.

17  Il voto di fiducia sul disegno di legge Bassanini sul decentramento amministrativo passa alla Camera con 315 voti a favore e 185 contro. FI non partecipa al voto in segno di protesta.

19  L’assemblea dell’associazione nazionale dei magistrati si dichiara all’unanimità contro la bozza Boato. Gli avvocati penalisti, favorevoli alla separazione delle carriere, indicono 15 giorni di sciopero. La dichiarazione di Borrelli che la Bicamerale deve lavorare senza «stare al diktat di Berlusconi» suscita dure reazioni.

21  L’inflazione scende, secondo l’Istat, sotto il 2%.
Scalfaro, da Berlino, sostiene la necessità di riforme strutturali del welfare state, a partire dal sistema pensionistico.

23  La Commissione europea pubblica le previsioni economiche, secondo le quali solo l’Italia e la Grecia non rispetterebbero il rapporto deficit-Pil stabilito dal trattato di Maastricht.

25  Esplode una bomba sotto una finestra al primo piano di Palazzo Marino, sede del Comune di Milano. L’attentato è rivendicato dal gruppo «Azione rivoluzionaria». Nessun ferito.

27  Primo turno delle elezioni amministrative in 1.115 Comuni.
Con una circolare ministeriale Berlinguer invita gli insegnanti a celebrare Gramsci nel giorno in cui ricorrono i 60 anni dalla sua morte.

28  I candidati dell’Ulivo alla carica di sindaco delle tre maggiori città, Fumagalli (Milano), Illy (Trieste) e Castellani (Torino), rifiutano un accordo di programma con il Prc.
Il gruppo «Falange Armata» rivendica l’attentato di Palazzo Marino.

30  Prodi annuncia che il governo presenterà un disegno di legge per abrogare la XIII disposizione transitoria della Costituzione che prevede l’esilio dei Savoia.
Bossi visita a Barcellona il partito indipendentista della Catalogna.

Maggio

2  Castellani accetta l’apparentamento con il Prc (finora all’opposizione in Consiglio comunale) per il ballottaggio dell’11 maggio.

3  Manifestazione a Milano del Polo contro la politica fiscale del governo.

4  A Bari sbarcano più di 1.000 profughi albanesi.

5  Il Prc di Milano attacca Fumagalli ed invita i suoi elettori a votare scheda bianca.

6  La Camera approva la manovra economica correttiva, su cui il governo ha chiesto la fiducia (318 sì e 260 no).
L’Alto Commissariato dei Rifugiati dell’ONU protesta contro il rimpatrio dei profughi albanesi dall’Italia.

8  Entra in vigore la legge sulla tutela della privacy.

9  A Venezia un gruppo armato secessionista occupa il campanile di San Marco, su cui issa la bandiera della Repubblica Serenissima. L’episodio si conclude dopo circa 8 ore con l’intervento del Gruppo d’intervento speciale dei carabinieri. Nel gruppo secessionista anche gli incursori audio nei telegiornali di Rai 1.
Il Consiglio dei ministri approva il disegno di legge Prodi sul rientro in Italia dei Reali, ma non cancella il divieto imposto loro di votare, di ricoprire cariche elettive ed uffici pubblici nonché l’avocazione allo Stato dei loro beni.

11  Ballottaggio per le elezioni amministrative in 77 Comuni. A Milano diviene sindaco Albertini del Polo (53,1 %), a Torino Castellani dell’Ulivo (50,4 %) e a Trieste Illy dell’Ulivo (53,9 %). A Lecco e Pordenone vince la Lega Nord.

14  Il Senato approva, con 132 voti favorevoli e nessuno contrario, il disegno di legge Bassanini sul decentramento amministrativo.

15  Il pm di Milano Francesco Greco attaccando il governo afferma : «Stanno facendo cose che nemmeno Craxi aveva tentato».

16  E’ approvato un decreto legge per scaglionare gli insegnanti che hanno fatto domanda per la pensione anticipata.

19  Flick notifica alla sezione disciplinare del Csm l’atto di incolpazione del pm Greco.
Il Tribunale di Palermo rinvia a giudizio Marcello Dell’Utri per concorso esterno in associazione mafiosa.

20   A Mestre inizia il processo a carico del gruppo di uomini che si impadronì del campanile di San Marco.

21  Nel discorso di apertura del XIII Congresso della Cisl, D’Antoni accusa il governo di scarsa concertazione con le parti sociali.

21  In Albania un giornale dell’opposizione accusa l’ambasciatore italiano Foresti di favorire Berisha.

22  All’assemblea dei vescovi il Papa esprime la sua preoccupazione per l’unità d’Italia.
Assolti Greganti e Pollini, accusati di falso in bilancio e di violazione della legge sul finanziamento dei partiti.

24  La Farnesina rende noto che è già stata decisa la rimozione a Tirana di Foresti e la sua sostituzione con Incisa di Camerana.

25  La Lega nord organizza nel nord Italia un referendum sulla secessione.

26  Alla prima tribuna referendaria Marco Pannella si presenta vestito da fantasma per protestare contro i ritardi della campagna per i referendum. La tribuna referendaria della sera, prevista su Rai 3, viene annullata.

27 Bossi decide che la Lega nord non parteciperà più ai lavori della Bicamerale.
Viene reso noto che Borrelli ha fatto domanda per la Presidenza della Corte d’appello di Milano.

28  Truffa ai danni del Servizio sanitario nazionale a Milano. Viene arestato il dottor Giuseppe Poggi   Longostrevi, direttore di un centro di medicina nucleare convenzionato con le Usl, che faceva prescrivere da medici di base conniventi analisi mediche che poi non venivano effettuate.

30  Il governo nomina Incisa di Camerana nuovo ambasciatore a Tirana.

31  Scalfaro a Novara viene contestato al grido di «Padania Padania», a cui ribatte che la secessione è, secondo la Costituzione, un illecito penale.
Incisa di Camerana si dice pronto a lasciare l’incarico dopo la pubblicazione di un’intervista in cui appaiono alcune sue dichiarazioni su Foresti e sul generale Angioni.

Giugno

1  La Farnesina revoca l’incarico a Incisa di Camerana.

3  In Bicamerale vengono approvati i testi base su federalismo, riforma del parlamento, giustizia e rapporti tra Italia e Ue. L’arrivo inaspettato dei rappresentanti della Lega Nord (che non partecipano al voto sui testi precedenti) fa rinviare di un giorno il voto sulla forma di governo, su cui i Leghisti affermano che si asterranno, per disaccordi sulla procedura di voto da adottare.
Scontri a Mestre davanti all’aula bunker dove si svolge il processo contro gli uomini dell’assalto a piazza San Marco tra autonomi, militanti dei centri sociali e rappresentanti della Lega nord e della Life.

4  La Bicamerale approva il testo sul semipresidenzialismo grazie al voto a sorpresa della Lega nord.
Il governo nomina il nuovo ambasciatore in Albania, Marcello Spatafora. E’ previsto il rafforzamento del contingente militare italiano.

6  Viene arrestato Pietro Aglieri, il boss che organizzò la strage di via D’Amelio, latitante dall’89.
Alcune foto pubblicate dal settimanale Panorama mostrano alcuni soldati italiani torturare dei prigionieri durante la missione in Somalia del 1993.

8  L’editoriale de l’Unità invita a non andare a votare per i referendum.

13  A Castellanza viene organizzato un convegno sulle riforme istituzionali coordinato da Di Pietro.

14  I generali Bruno Loi e Carmine Fiore, che comandarono il contingente italiano in Somalia, si autosospendono. Varata una commissione d’inchiesta presieduta dall’ex presidente della Corte costituzionale Ettore Gallo.

15  Si vota per i 7 referendum, nessuno dei quali, però, raggiunge il quorum.

16  Viene nominato nuovo presidente dell’Iri G. M. Gros-Pietro.
Vertice europeo ad Amsterdam.

19  In Bicamerale viene approvata la proposta di riforma sul federalismo, che prevede l’autonomia finanziaria e tributaria delle regioni.

21  Il senatore del Pds Arlacchi è nominato vice segretario generale dell’Onu.

24  La Bicamerale approva una proposta di riforma dei referendum per limitarne il numero possibile in una tornata ed aumentare la quantità di firme necessarie per indirli.
La Corte d’appello di Reggio Calabria annulla la condanna per concorso esterno in associazione mafiosa del marzo 1996 a Giacomo Mancini, che viene così reintegrato nella carica di sindaco di Cosenza.

25  Alla Camera è respinto l’emendamento del Ccd per la depenalizzazione del finanziamento illecito dei partiti (285 no e 174 sì).
La Bicamerale sceglie una forma di governo semipresidenziale.

26  L’onorevole Tiziana Parenti lascia la commissione bicamerale accusando D’Alema di subire il ricatto della magistratura dopo il rinvio del voto sulla giustizia.

27  La Banca d’Italia riduce il tasso di sconto dal 6,75 % al 6,25%.

29  Da Pontida Bossi indice per il 26 ottobre le elezioni leghiste.

Luglio

1  Scalfaro afferma di essere disposto a prorogare il proprio mandato per consentire al processo di riforma di concludersi.
Toni Negri lascia l’esilio parigino e torna in Italia, dove deve finire di scontare la condanna per associazione sovversiva e banda armata.

2  Il Polo presenta il candidato a sindaco di Roma, l’imprenditore Borghini.

7  A Treviso la lista Pannella/Riformatori distribuisce in piazza 275 milioni della quota avuta con il finanziamento pubblico dei partiti.

8  Il costruttore D’Adamo accusa Di Pietro di corruzione davanti ai magistrati di Brescia.

9  La Corte d’Assise di Venezia condanna i responsabili dell’assalto al campanile di San marco : 6 anni ai quattro promotori e 4 anni e 9 mesi agli arresti domiciliari per gli altri quattro.

14  Il governo invia a Napoli 500 militari di leva con funzioni di controllo del territorio.

16  Viene annunciata la candidatura con l’Ulivo di Di Pietro nel collegio senatoriale del Mugello.
Record storico della Borsa di Milano, dove l’indice Mib raggiunge quota 13.926.

21  Il Viminale ordina il trasferimento a Caserta di 100 carabinieri e 100 poliziotti.

22  Il Tribunale militare di Roma condanna Priebke a 15 anni e Hass a 10 per l’eccidio delle Fosse Ardeatine, ma prevede il condono di 10 anni per entrambi.
La Camera approva la modifica dell’art. 513 del codice penale che obbliga gli imputati di reato connesso (quindi anche i pentiti) a confermare al processo le accuse contro terzi fatte in precedenza davanti al pm.

29  Dopo il voto del Senato del 18 luglio scorso anche la Camera approva la proroga della legge sul finanziamento dei partiti con il quattro per mille dell’Irpef (274 sì, 83 no e 21 astensioni).
Nuove accuse di Brusca contro Andreotti al processo per la strage di Capaci.

31  La Commissione giustizia del Senato approva il nuovo art. 513 del codice di procedura penale. Il Prc si astiene.

Agosto

1 Scontro Pds/Cgil sulla flessibilità dei salari d’ingresso nel Mezzogiorno.

3   Il giornalista Sandro Curzi annuncia di volersi candidare nelle liste del Prc al collegio senatoriale del Mugello per contrastare Di Pietro.
Cgil e Cisl in disaccordo sul salario d’ingresso per attrarre nuovi investimenti industriali al Sud.

4  Sergio Romano interviene nel dibattito sul processo Andreotti su La Stampa, dove afferma che poiché sembra essere un processo politico alla storia italiana, dovrebbe svolgersi in parlamento.

8  Prodi conferma la fiducia al ministro per il Commercio con l’Estero Fantozzi dopo la pubblicazione di una foto che lo ritrae insieme all’avvocato Sergio Melpignano, accusato di aver dato 20 milioni al generale della Finanza Giovanni Verdicchio.
La Commissione Gallo presenta a Prodi il proprio rapporto, in cui dichiara che solo alcuni degli episodi di violenza in Somalia denunciati sarebbero accaduti, casi isolati di cui i vertici dell’esercito non erano a conoscenza.

9  Prodi, in un’intervista concessa alla Welt am Sonntag, dichiara che gli è difficile immaginare Andreotti colluso con la mafia e mandante di omicidi.

11  Caselli ribadisce che il processo Andreotti non è politico poiché esistono accuse specifiche.

12  A Vicenza le dimissioni di 20 consiglieri del Polo provocano lo scioglimento del Consiglio provinciale.

13  In Calabria si dimette la maggioranza dei consiglieri regionali : la giunta è sciolta.

15  La Lista Pannella regala in piazza a Roma 318 milioni della sua quota di finanziamento pubblico.

21  Dopo un appello di Fatos Nano slitta il termine per il rimpatrio degli albanesi, fissato per il 31 agosto, a data da definirsi.

31 Prodi firma il decreto che fissa entro il 30 novembre la data del rientro degli albanesi con «permesso temporaneo».

Settembre

3   La Procura di Milano presenta alla Camera la richiesta di autorizzazione per l’arresto del deputato di FI Cesare Previti.

4  Il Papa ribadisce, in risposta agli attacchi di Bossi, lo «specialissimo rapporto» che lega la Chiesa all’Italia.

5  Il Comitato Internazionale Olimpico boccia la candidatura di Roma per la Olimpiade del 2004 a favore di Atene.

11 La Giunta per le autorizzazioni a procedere della Camera giudica «improcedibile» la richiesta di arresto di Previti, perché il Gip non ha ancora firmato il provvedimento di arresto. Dure critiche provocate dalle dichiarazioni del procuratore di Milano Borrelli, secondo cui la decisione sull’arresto del deputato forzista sarebbe «un segnale morale per tutto il Paese».

14  A Venezia Bossi proclama la nascita della Repubblica Federale Padana.
Giuliano Ferrara lascia la direzione di Panorama.

15  Giuliano Ferrara annuncia che sarà il candidato del Polo alle elezioni per il seggio senatoriale del Mugello.

18  La Camera rinvia gli atti della richiesta di autorizzazione all’arresto di Previti alla Procura di Milano.

20  A Venezia e a Milano manifestazione organizzata dai sindacati contro la secessione.

24  La Camera approva la riforma degli esami di maturità del progetto Berlinguer : 242 sì e 180 no, tra cui quelli del Prc.

25  Dini sostiene all’Assemblea dell’Onu la proposta italiana di riforma del Consiglio di sicurezza contro quella americana (la creazione di un gruppo di 10 Paesi a rotazione, scelti tra 30 medie potenze).

26  Tre scosse di terremoto tra l’8° ed il 9° grado della scala Mercalli devastano molti paesi dell’Umbria e delle Marche. 10 i morti, migliaia i senzatetto e gravissimi i danni al patrimonio artistico.
La Corte d’assise di Caltanissetta emette la sentenza per la strage di Capaci : 24 ergastoli e 6 condanne a pene tra i 15 ed i 26 anni di carcere.

27  Il Governo vara la Finanziaria per il 1998, che comporta interventi per 25.000 miliardi. Previsti tagli di spesa sulle pensioni pari a 4.500 miliardi e l’aumento dell’I.v.a., stabilito per decreto a partire dal prossimo 1 ottobre. Critici sindacati e Prc.

28  Bertinotti minaccia di votare contro la Finanziaria se non verranno apportate modifiche.

Ottobre

1  Il Prc boccia la Finanziaria. Prodi annuncia che non la ritirerà.
La Borsa di Milano perde il 2,94 %.

2  Duro attacco di Bertinotti contro Cofferati, favorevole alla nuova Finanziaria.
Adriano Sansa, sindaco di Genova, si ricandida con una lista civica dopo che il Pds ha deciso di non appoggiarlo più alle prossime elezioni amministrative.

6  Dopo il fallimento del vertice tra governo e Prc Scalfaro ribadisce di essere contrario alle elezioni anticipate.

7  Alla Camera Prodi lancia un appello al Prc contro la crisi.

9  Dopo la replica di Prodi alla Camera il Prc ribadisce il suo voto sfavorevole al governo. Prodi rassegna a Scalfaro le sue dimissioni.
Alla chiusura delle contrattazioni la Borsa perde il 2,85%.
L’Accademia svedese annuncia che il premio Nobel per la Letteratura è stato assegnato a Dario Fo, il quale dichiara che si impegnerà per la riapertura del processo sul delitto Calabresi.

14  Dopo l’accordo tra Prodi ed il Prc per una riduzione dell’orario di lavoro a 35 ore settimanali a partire dal 2001, Scalfaro rinvia il governo alle Camere. Dure reazioni della Confindustria.
Scossa di terremoto alle 17,23 dell’8° grado della scala Mercalli, con epicentro in Umbria.
Il governo vara la riforma del sistema fiscale che stabilisce una nuova imposta regionale sulle attività produttive (Irap) e cambia l’Irpef, articolata su 5 e non più 7 aliquote.
Balduccio Di Maggio, il pentito che fece arrestare Riina nel 1993 e accusatore di Andreotti, è arrestato per concorso in omicidio.

16  Il governo Prodi ottiene la fiducia alla Camera con 319 voti favorevoli e 285 contrari.
Cortei di studenti in tutta Italia, alcuni contro la riforma Berlinguer, altri per maggiori finanziamenti alla  scuola.

20  Parte l’offerta pubblica di vendita di azioni Telecom.

22  La Bicamerale approva il testo sul semipresidenzialismo dell’onorevole Salvi con i voti di Pds, Forza Italia, An e Ppi.
Prosciolto Di Pietro, a Brescia, dall’accusa di falso ideologico in 7 verbali relativi ad alcuni processi di Tangentopoli.

25  Entrano in vigore gli accordi di Schengen per la libera circolazione delle persone all’interno degli 8 Paesi firmatari della Comunità europea.
Arresti domiciliari per Pannella e per 6 militanti della Lista Pannella per la distribuzione di hashish in una manifestazione antiproibizionista a Roma.

26  Si svolgono le elezioni del parlamento padano, indette dalla Lega nord in 22.000 seggi del Nord Italia.

27  Il crollo della Borsa di Hong Kong ha riflessi anche su Piazza Affari che perde il 2,76 %.

28  Scalfaro invia una lettera ai presidenti di Camera e Senato dichiarando che non concederà la grazia a Sofri, Bompressi e Pietrostefani.
L’indice Mibtel, dopo aver sfiorato una perdita dell’11%, chiude a – 6,03 %.

29  Nel voto conclusivo della Bicamerale sulla riforma della Giustizia passa l’emendamento che sancisce la separazione delle funzioni (ma non delle carriere) dei magistrati, grazie all’accordo tra Ppi e Polo. La Lega Nord si astiene dal voto.
La Borsa di Milano recupera il 4,88%.

30  L’associazione «Liberi Liberi» consegna al presidente della Repubblica 16.000 firme raccolte per chiedere la grazia per Sofri, Bompressi e Pietrostefani.

31  Il Ppi divide la maggioranza presentando un emendamento alla legge finanziaria che prevede un aumento destinato alla scuola privata pari a 150 miliardi.

Novembre

1  Governo e sindacati firmano l’accordo sulla riforma delle pensioni.

2  Vicino a Lecce sbarcano circa 8oo profughi, in gran parte curdi e pachistani.

3  Il governo, dopo l’opposizione del ministro dell’Interno Napolitano, decide di bloccare la riforma dei Carabinieri per dare loro maggiore autonomia e renderli la quarta forza armata.

4  Commercianti ed artigiani criticano la riforma previdenziale.

5  Alla Commissione parlamentare di Vigilanza sulla Rai viene approvata da Verdi, Prc e Polo una risoluzione che censura il comportamento dei telegiornali delle reti pubbliche durante la crisi di governo.
Inizia a Palermo il processo a carico del parlamentare di Forza Italia Marcello Dell’Utri.

6  Il pentito Angelo Siino dichiara ai magistrati di Palermo che alcuni ufficiali del Ros dei carabinieri avrebbero fatto pressioni perché accusasse il procuratore aggiunto di Palermo Guido Lo Forte di collusione con la mafia.

9   Alle elezioni suppletive nel collegio senatoriale del Mugello vince Di Pietro.
A Chignolo Po (Pavia) si insedia il parlamento padano, che nomina Formentini presidente.

11  Scoperto e disinnescato un ordigno a Roma vicino al luogo dove D’Alema e Di Pietro stavano tenendo un comizio a favore della candidatura di Rutelli.

14  Pannella, pur indebolito da una recente ischemia cerebrale, inizia uno sciopero della fame per denunciare la faziosità dell’informazione nella televisione pubblica.

15  Si accende il dibattito sulla pedofilia dopo la confessione degli assassini del bambino Silvestro Delle Cave, scomparso a Nola (Napoli) lo scorso 8 novembre.

16  Elezioni amministrative in 421 Comuni e 5 amministrazioni provinciali. Vittoria dell’Ulivo nelle maggiori città. Riconfermati sindaci Rutelli a Roma, Cacciari a Venezia e Bassolino a Napoli.

18  Ad un convegno organizzato da centristi, presenti molti politici dell’ex pentapartito, Cossiga annuncia di voler dar vita ad un terzo polo di centro.

19  Sulle coste della Calabria sbarcano 374 clandestini curdi.
La procura di Caltanissetta iscrive sul registro degli indagati Lo Forte ed altri tre magistrati palermitani.

20  Nuova protesta degli allevatori, che bloccano il traffico ferroviario ed autostradale del nord Italia.
Viene rinviata al 13 gennaio prossimo la discussione in Parlamento del testo approvato dalla Bicamerale.

24  Vertice a Palazzo Chigi sul problema della riforma delle forze di polizia, suscitato dalle polemiche innescate dalle rivelazioni del pentito Siino.
La procura di Milano chiede l’archiviazione collettiva per i 79 militari della Guardia di Finanza accusati di associazione a delinquere.
Ha inizio l’offerta pubblica dei titoli della Banca di Roma.

25  Manifestazioni degli allevatori in tutta Italia.

26  Dopo la fiducia posta dal governo sul decreto che scade il 29 novembre per la nuova Iva, il Polo e la Lega decidono di fare ostruzionismo. La discussione si protrarrà senza interruzioni.

27  Scontri tra forze dell’ordine ed allevatori, che per protesta avevano cosparso di liquame un tratto di autostrada vicino al loro quartier generale di Vancimuglio (Vicenza).
Il ministro dell’Istruzione Berlinguer firma il decreto che concede alle scuole maggiore autonomia.

28  Guido Rossi, presidente della Telecom Italia, si dimette per gravi disaccordi con l’amministratore delegato.
Il consiglio dei ministri vara un decreto legge per il rimborso pari all’80 % delle multe pagate dagli allevatori, che però si dichiarano insoddisfatti.

29  Malgrado l’ostruzionismo dell’opposizione alla Camera diviene legge il decreto sulle nuove aliquote Iva (312 sì e nessun no).

30  Ballottaggi per le elezioni amministrative in 43 Comuni siciliani. Rieletti Orlando a Palermo e Bianco a Catania.

Dicembre

1  I quasi 5.000 profughi albanesi ancora nei centri di accoglienza si rifiutano di rimpatriare e fanno lo sciopero della fame.

2  Il Senato vara la legge per il nuovo esame di maturità, che sarà introdotto gradualmente dal 1999.

3 Il tribunale di Milano riconosce l’onorevole Silvio Berlusconi colpevole di falso in bilancio nel caso dell’acquisto della Medusa film. La pena (1 anno e 4 mesi) gli viene condonata. Rimpatrio forzato per centinaia di profughi albanesi.

6  Alla riunione della Direzione di An Fini lancia dure critiche al partito ed ottiene l’approvazione per modificare l’attuale classe dirigente e per continuare il processo di revisione della storia del partito.

7  Di Pietro ribadisce l’intenzione di creare un proprio gruppo in Parlamento.
Ultimo giorno come direttore de Il Giornale di Vittorio Feltri, che verrà sostituito da Mario Cervi.

9  Borrelli rinuncia alla gara per la carica di presidente della Corte di Appello di Milano.

11  La Camera approva il rientro dei Savoia in Italia : 276 favorevoli (tra cui anche il Polo), 204 contrari (tra cui Lega e Prc) e 5 astenuti.

12  La Camera riceve l’ordine di arresto di Cesare Previti sottoscritto dal giudice per le indagini preliminari di Milano Alessandro Rossato, su cui deciderà il mese prossimo.

13  Muore Giovanni Alberto Agnelli, presidente ed amministratore delegato della Piaggio.

14  Secondo turno di ballottaggio in 26 comuni siciliani, tra cui il capoluogo Caltanissetta, dove vince il candidato dell’Ulivo Michele Abbate. Vittoria per l’ex giornalista Demetrio Volcic (Ulivo) alle elezioni suppletive nel seggio senatoriale di Gorizia.

15  I difensori di Sofri, Bompressi e Pietrostefani presentano istanza di revisione del processo sul delitto Calabresi alla luce di nuove prove raccolte.

16  I presidenti di Camera e Senato nominano Giuseppe Tesauro, avvocato generale alla Corte di giustizia delle Comunità europee, successore di Giuliano Amato alla direzione dell’Antitrust.

17  Alla Camera il ministro dei Trasporti Burlando denuncia la grave situazione finanziaria delle Ferrovie, ottenendo così l’approvazione dell’emendamento alla legge Finanziaria che prevede il pensionamento anticipato dei ferrovieri in esubero.
I consigli d’amministrazione dell’Iri e dell’Alitalia approvano l’accordo tra la compagnia aerea  di bandiera italiana e quella olandese Klm.

19  La Camera approva la legge di bilancio del 1998 con 312 voti favorevoli e 192 contrari.
Il Consiglio Superiore della Sanità si oppone alla cura contro il cancro del professor Di Bella, dopo che il pretore di Maglie (Lecce)  ne ha ingiunto la somministrazione gratis a due malati.

20  La procura di Milano chiede il rinvio a giudizio degli onorevoli Berlusconi e Previti, dell’avvocato Pacifico e dell’ex capo dei gip di Roma Squillante per concorso in corruzione aggravata.

22  Il gip proscioglie Prodi dalle accuse di conflitto d’interessi ed abuso d’ufficio nell’inchiesta sulla cessione della Cirio da parte dell’Iri nell’epoca della sua presidenza.
Il Senato approva un ordine del giorno per la sperimentazione della terapia di Di Bella.
Scalfaro concede la grazia a sei ex terroristi. Si riaccende la polemica sull’amnistia per i reati di Tangentopoli, proposta da Violante, ed anche sull’indulto per gli ex terroristi.

23  Tir a passo d’uomo per la protesta della Confartigianato contro la legge Finanziaria.
Al Senato approvazione definitiva della legge Finanziaria.
La Banca d’Italia riduce il tasso di sconto dello 0,75 %.
Il ministro della Sanità Bindi ingiunge a Di Bella con un’ordinanza di consegnare  la documentazione sulla sua terapia entro 20 giorni, altrimenti invierà i Nas per il sequestro delle cartelle cliniche.

27  Sbarcano in Calabria 825 profughi curdi.

30  Il ministro dell’Interno Napolitano dichiara che i curdi sbarcati in Italia non verranno espulsi e saranno invitati a presentare la richiesta di asilo politico.

31  Nel discorso di fine anno Scalfaro critica duramente la carcerazione preventiva e ribadisce che amnistia ed indulto sono  di competenza del Parlamento.