Le competenze degli studenti in Emilia-Romagna

I risultati di Pisa 2006

a cura di Giancarlo Gasperoni (Il Mulino, 2008)

Nella convinzione che il benessere delle popolazioni derivi in ampia misura dalla loro dotazione di capitale umano e che le persone debbano essere messe in grado di sviluppare le loro conoscenze e le loro abilità al fine di far fronte a un mondo in continuo cambiamento, nel 1997 i paesi aderenti all’Ocse hanno avviato il progetto PISA (Programme for International Student Assessment), che rileva i livelli di competenza – in matematica, scienze e lettura – dei quindicenni scolarizzati in decine di paesi. Questo volume dà conto dei risultati riferiti all’Emilia-Romagna nell’ambito della rilevazione PISA del 2006. In quell’occasione per la prima volta l’Emilia-Romagna ha aderito autonomamente al programma, e dunque questi risultati costituiscono un’opportunità inedita per esplorare in chiave comparata i livelli di competenza degli studenti di questa regione. I capitoli del volume prendono in esame i livelli di competenza nei tre ambiti disciplinari, gli orientamenti degli studenti nei confronti della scienza – che ha costituito il fuoco privilegiato della rilevazione 2006 – le caratteristiche individuali e contestuali rilevanti ai fini del raggiungimento di elevati livelli di competenza e le implicazioni della presenza di studenti immigrati nel sistema formativo.

Autore

Giancarlo Gasperoni è professore straordinario di Sociologia presso il Dipartimento di Discipline della comunicazione dell’Alma Mater Studiorum-Università di Bologna ed è direttore della Fondazione di ricerca Istituto Carlo Cattaneo. Ha curato (assieme a P. Corbetta) “I sondaggi politici nelle democrazie contemporanee” (Il Mulino, 2007) ed è autore di diversi scritti sulla sociologia dei processi formativi, fra cui (con M. Trentini) “Le nuove generazioni tra orientamento, studio e lavoro. Ragazze, ragazzi e istruzione secondaria superiore in Emilia-Romagna” (Istituto Cattaneo, 2005).

È possibile acquistare il volume sul sito de Il Mulino.