Elezioni amministrative in Sicilia 2019: Chi ha vinto, chi ha perso

Domenica 28 aprile sono stati chiamati alle urne più di 435 mila elettori siciliani per rinnovare il consiglio comunale ed eleggere il sindaco di 34 comuni. Pur trattandosi di un appuntamento elettorale di dimensioni piuttosto ridotte, l’Istituto Cattaneo ha analizzato i risultati del primo turno di votazione, osservando sia i dati dell’affluenza che quelli delle singole liste che hanno preso parte al voto.
Per quanto riguarda l’affluenza, il quadro generale segnala una riduzione della partecipazione, rispetto alla precedente tornata di elezioni amministrative, di 8,3 punti percentuali. Alle consultazioni precedenti aveva preso parte il 66,7% degli aventi diritti al voto, mentre domenica scorsa questo dato si è fermato al 58,4%. Come si può osservare dalla fig. 1, si tratta di un calo generalizzato, che ha coinvolto quasi tutti i comuni al voto con due sole eccezioni, dove la partecipazione si è, in effetti, rivelata maggiore rispetto alla tornata precedenti. Si tratta dei comuni di Roccamena e Zafferana Etnea, nei quali l’affluenza è cresciuta, rispettivamente, di 3,1 e 1,6 punti percentuali. All’opposto, i comuni dove il calo della partecipazione elettorale è stato più consistente sono stati, nell’ordine, quelli di Castelvetrano (-19,5%), Aci Castello (-13,3%) e Cinisi (-11,2%).
Guardando all’esito del voto, il primo dato da considerare è il numero di comuni che sono stati persi o vinti dalle diverse forze politiche rispetto alla tornata precedente (vedi fig. 2). In questo caso, è necessario notare innanzitutto che in cinque comuni superiori ai 15 mila abitanti nessun candidato ha raggiunto la soglia di voti sufficiente a vincere al primo turno le elezioni (40% dei voti) e, quindi, sarà necessario procedere a un turno di ballottaggio fra due settimane.
Fra i comuni in cui la vittoria è stata assegnata già al primo turno, la coalizione di centrosinistra mostra un bilancio in perdita: se prima delle elezioni essa amministrava 11 comuni, oggi è riuscita a conquistarne soltanto 9. Tuttavia, avendo la possibilità di partecipare in quattro dei cinque comuni chiamati al ballottaggio (sebbene con formati talvolta anomali), il bilancio finale per i partiti di centrosinistra potrebbe non rivelarsi del tutto negativo.

Leggi qui il comunicato completo.