Elezioni comunali 2018 – Analisi sui flussi elettorali a Pisa ed Ancona

Lo zoccolo duro del Pd regge, qualche defezione nel centrodestra, cinquestelle attratti dall’astensione

Dopo che nel precedente comunicato sono stati esaminati i flussi di voto relativi alle città di Brescia e Vicenza, ora proseguiamo l’analisi con due città appartenenti all’area un tempo definita “rossa”, Pisa ed Ancona.

I flussi di voto che si verificano in un’elezione amministrativa sono certamente influenzati dal quadro nazionale (nel precedente comunicato avevamo messo in luce sinteticamente i principali interrogativi suscitati dal voto in relazione alla formazione del governo e all’inedita alleanza creatasi tra M5s e Lega) ma dipendono in maniera significativa da fattori squisitamente locali, legati alla personalità dei candidati, al loro seguito personale, al modo in cui i partiti hanno trovato delle alleanze nello specifico contesto territoriale. Ogni comune fa un po’ storia a sé. Man mano però che l’analisi aggiunge nuove città il quadro tende ad assumere contorni più definiti.

Leggi qui l’articolo completo.