Bologna, il voto e le sue periferie

Lunedì 4 giugno si è tenuta al Nomisma la presentazione del rapporto “Bologna, il voto e le sue periferie”, curata insieme all’Istituto Cattaneo.

In seguito al voto del 4 marzo 2018 sono state pubblicate numerose analisi sulla correlazione tra caratteristiche socio-demografiche degli elettori e le decisioni di voto. Questa si differenzia dalle altre per la granularità dei dati utilizzati e, in secondo luogo, per l’ambito territoriale scelto.

Lo studio, infatti, analizza le possibili relazioni tra caratteristiche elettori e dinamiche di voto tra il 2013 e il 2018 a partire dalle sezioni di censimento e dai civici riferiti alle sezioni elettorali, per poi aggregarli al livello di aree statistiche. L’ambito territoriale oggetto di analisi è quello delle periferie bolognesi, luoghi in cui, negli ultimi anni, si è generata una domanda “di senso” al quale la politica è chiamata a dare risposte. 

A supporto nell’analisi, Nomisma ha raccolto e sistematizzato i dati georeferenziati relativi alle zone scelte ragionando sull’interpretazione socio-economica delle dinamiche, mentre l’istituto Cattaneo si è focalizzato sui risultati del voto per singola sezione elettorale fornendo l’interpretazione politica.

Leggi qui il rapporto completo.